Come far durare parecchio le tue rose recise nel vaso

Hai mai visto un meraviglioso mazzo di rose sbocciare, esposto in una casa , da un amica, o in un qualsiasi altro posto o ambiente?

Le rose ti sono mai durate almeno 15 giorni?

Se non è così è perché non conosci alcuni trucchi per far mantenere le rose di più nel vaso dopo averle raccolte, acquistate o ricevute in regalo.

Ti faccio una premessa:

Se le rose sono del tuo giardino, ti invito a curare Le Rose Tue con la prima e più semplice  cura che è l’irrigazione frequente in primavera estate, 2-3 volte al giorno anche mattina e sera può bastare..

Le rose se non sono irrigate costantemente subiscono una lignificazione, quindi questo impedirà all’acqua di penetrare nei gambi delle rose e anche se raccolta fresca, rischia di appassire velocemente.

Ti puoi accertare di questo semplicemente spezzando con le mani la  parte inferiore del gambo della rosa, se si spezzerà facendo un rumore secco, sicuramente la rosa sarà più legnosa e viceversa se spezzandola troverai una leggera flessibilità sarà una rosa più tenera.

Ecco riassunti e semplificati alcuni consigli per fare durare di più Le Rose Tue.

Tecniche e piccoli trucchi da praticare

  1. Riempire il vaso con acqua fresca con 5-7 centimetri di acqua, (la lunghezza del proprio mignolo)

 

  1. Togliere le foglie e le spine per poco più dell’altezza del vaso.  Le foglie creano marciume nell’acqua favorendo occultamento dei vasi della rosa quindi e preferibile asportarle.

 

  1. Prendi le rose, effettua un primo taglio obliquo sulla parte inferiore del gambo per togliere circa 1-2 centimetri. Questo procedimento e consigliabile ripeterlo circa ogni 3 giorni in estate, in inverno anche ogni 4-5, ma per essere più pignoli, se accarezzi il bocciolo di ogni rosa  e senti che è ancora turgida puoi rimandare il taglio, se invece senti che i petali sono mosci, apprestati ad effettuare il taglio del gambo. Il secondo taglio e differente perché invece di togliere 1-2 centimetri di gambo dovrai togliere una lunghezza pari a quella del gambo che era rimasto immerso nell’acqua, quindi circa la lunghezza del tuo mignolo.

 

  1. Controllare che l’acqua  nel vaso non finisca, perché la rosa aprendosi tira acqua e nell’occasione del rinnovo del taglio del gambo, e bene sostituirla con acqua fresca ogni tre giorni circa.

 

  1. Se vuoi che le rose sboccino completamente e dopo 3 giorni vedi che non si stanno aprendo almeno un po’, effettua un semplice asporto dei primi petali di rosa intorno al bocciolo, e vedrai che si sbloccherà mostrandoti la sua apertura e la sua bellezza. Questo procedimento è utile anche per un altro motivo che evita di far marcire il bocciolo di rosa infetto da “Botrytis Cinerea” che nella  fase iniziale si espande dai petali esterni per poi infettare cioè far marcire tutto il bocciolo, malattia causata da una persistenza in fase di coltivazione  in ambiente umido e con poca luce, Novembre e Dicembre sono i mesi più favorevoli a questa malattia, ma delle malattie delle rose te ne parlerò più approfonditamente in un altro articolo.

Sostanze fai da te per far mantenere le tue rose nel vaso

  1. Lo zucchero è una delle sostanze che aumentano la durata della rosa nel tempo in vaso, e a  mantenere il colore più a lungo evitando che diventi di color bluastro appena dopo  6-7 giorni. Un cucchiaino di zucchero per 1 litro di acqua è più che sufficiente.

 

  1. Il cloro o per essere più pratici la varecchina o candeggina, è la sostanza che consiglio di usare più in estate per far conservare l’acqua e di conseguenza la rosa. La dose di un cucchiaio da minestra per un litro di acqua circa, nel vaso l’acqua non farà cattivi odori e la rosa si manterrà più a lungo.

 

  1. L’aspirina è una soluzione che consiglio per l’estate, dato che la sua funzione è quella di rallentare la traspirazione dell’acqua interna della rosa, quindi si mantiene più idratata e la rosa dura di più.

Ecco qui alcuni consigli per far durare più a lungo le rose tue nel vaso, non sono sceso nel tecnico perche altrimenti ti avrei dovuto annoiare con sostanze chimiche dal nome impronunciabile e tra l’altro anche introvabili perché di uso professionale.

Queste a mio avviso sono i piccoli trucchi semplici da applicare per avere più a lungo davanti ai tuoi occhi la splendida bellezza delle rose.

Se vuoi puoi condividere questo articolo con chi pensi che possano interessargli questi suggerimenti, ti invito a farlo e ringraziandoti ti lascio un saluto.

Giampierr

IL RAGAZZO DELLE ROSE

www.lerosemie.com

 

 

Una risposta a Come far durare parecchio le tue rose recise nel vaso

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>